La Difesa Personale in breve...

 

Disciplina marziale la cui ideologia è “salvaguardare la propria integrità fisica in modo appropriato e diretto”.
Il metodo si propone di acquisire tecniche che ostacolino il più possibile una probabile aggressione, non ultime si studieranno le strategie psicologiche.
È infatti la mente la prima ad essere allenata , o meglio, ad essere consapevole delle proprie grandi capacità. Inoltre molte tecniche sono vane se la pratica svolta mantiene il confronto sull’utilizzo della forza così comunemente intesa.
La donna, si sa, per sua conformazione è in netto svantaggio rispetto a un uomo sul piano muscolare. Esercizi atti a recuperare una forza diversa, più interna, creeranno il presupposto affinché la mente comprenda e gestisca man mano questo strumento diverso: una forza morbida, profonda e unita.
Per fare un esempio, imparare le tecniche di autodifesa è come avere tutti gli strumenti di lavoro per dipingere ma non conoscere ancora come usarli al meglio.
Conoscere le potenzialità della mente è come conoscere le tecniche di disegno e di pittura. Un’artista padroneggia tutto questo, e senza sforzo egli esprime se stesso impressionando sulla tela le sue emozioni in modo diretto non preoccupandosi se per quel singolo tratto occorre quel tipo di pennello o quella sfumatura di colore.
Strumenti e tecnica si fondono e agiscono in armonia con l’intenzione e lo spirito, creando inimmaginabili ed uniche opere d’arte.